Come creare una palette di colori per il tuo brand

Creare una palette di colori per il tuo Brand è una parte fondamentale soprattutto quando vuoi promuovere la tua attività online!

Crea una palette di colori per il tuo brand è una importanza operazione di marketing: i colori infatti trasmettono emozioni e impressioni meglio delle parole!

La palette di colori per il tuo Brand non è un dettaglio trascurabile quando vuoi farti conoscere: deve essere sempre coerente e comunicare i valori associati alla tua attività.

Se utilizzi una strategia di marketing e promozione sul web e sui social, avrai sicuramente bisogno di creare e pubblicare diversi contenuti visuali tra cui immagini, fotografie, e video.

A questo proposito, potresti dare un’occhiata anche a questo articolo:

Se hai seguito la Guida gratuita per creare il tuo Logo, saprai già dell’importanza dei colori e dei loro significati per suscitare emozioni e ispirazione nel tuo pubblico.

Copertina dell'Ebook "Come creare il tuo logo"

Una palette di colori ti permetterà di rendere ancora più riconoscibile il tuo marchio e ti aiuterà a conferire più coerenza ai contenuti che diffondi online e legati al tuo brand .

I colori possono far sognare le persone e farle innamorare del tuo brand.

Ti consiglio anche:

Trasmettendo emozioni e impressioni, i colori attirano lo sguardo e veicolano messaggi più velocemente delle parole.

Come alcuni studi hanno evidenziato, la prima impressione si forma nella mente umana in circa 90 secondi dall’interazione con altre persone ma anche con prodotti e brand. E un ruolo chiave lo ricopre proprio il colore!

Se è vero che la nostra percezione dei colori è estremamente instabile, perché influenzata da diversi fattori esterni come l’umore, l’età, il sesso, il vissuto e il contesto culturale, è altrettanto vero che una palette di colori contribuisce a fornire informazioni sul brand e a guidare eventuali decisioni di scelta e di acquisto.

L’aspetto culturale dei colori

I colori come aspetto culturale: non tutte le culture percepiscono i colori allo stesso modo e conferiscono loro gli stessi significati.

Non tutte le culture percepiscono i colori allo stesso modo e conferiscono loro gli stessi significati.

Mentre il blu è un colore trasversalmente apprezzato in tutto il mondo (probabilmente perché facilmente associato ad elementi universali come il cielo e l’acqua), l’arancione risulta più controverso. E’ infatti un colore sacro in India, mentre in alcune culture africane non viene neppure preso in considerazione e in Sud Africa è associato al lutto.

Il giallo, colore solare della felicità per noi occidentali, per gli egiziani corrisponde al lutto e in giappone è il colore del coraggio.

Il verde, che noi facilmente colleghiamo alla natura e all’ambiente, negli USA ha una connotazione economica e relativa al denaro.

Il bianco riveste un’importanza fondamentale per gli Inuit dell’Artico, che gli dedicano ben 17 parole diverse per descriverlo. Il bianco però è il colore del lutto per alcuni paesi asiatici, mentre da noi in Occidente è legato alla purezza e al matrimonio.

Nonostante tutte queste differenze, è chiaro che il colore ha da sempre rivestito un’importanza vitale per l’essere umano.

Per i nostri antenati, infatti, riconoscere un colore e le sue sfumature significava anche sopravvivere perché permetteva la selezione di eventuali piante e cibi commestibili o dannosi.

Non solo, spesso il colore rappresentava (e talvolta avviene tuttora) anche lo status sociale.

Per concludere, i colori rivestono senza dubbio un aspetto vitale per gli esseri umani.

Non è proprio il caso di trascurarli per comunicare il tuo brand!

I colori primari, secondari e terziari

I colori primari sono:

  • rosso
  • blu
  • giallo.

Mescolandoli tra loro, si ottengono i colori secondari.

I colori secondari sono:

  • viola = rosso+blu
  • verde = blu+giallo
  • arancio = rosso+giallo

Quando parliamo di stampa e di quadricromia, ci sono alcune piccole differenze. Infatti i colori primari sono il Ciano, il Magenta e il Giallo (da cui CMYK di cui ho accennato nella guida per la creazione del logo). Insieme al bianco e nero, sono i colori reali disponibili in natura e da cui nascono tutti gli altri.

I colori terziari sono il frutto della mescolanza di un colore primario con uno secondario.

I colori complementari

I complementari sono i colori opposti tra loro. Ad esempio, il blu o azzurro è l’opposto dell’arancione, il rosso l’opposto del verde e il giallo l’opposto del viola.

In pratica un colore trova il suo complementare nel colore mancante, creando un contrasto e un’emozione maggiore allo sguardo. Sono senza dubbio sicuramente un modo per comunicare efficacemente un messaggio.

La tua palette di colori: i contrasti

La palette dei colori: i colori complementari sono opposti tra loro e creano contrasti emozionanti

I contrasti di colori sono come un grido per lo sguardo: catturano in un attimo l’attenzione e sono alleati fondamentali per guidare all’azione e distinguersi.  Pensa ad esempio all’impatto di un tocco di rosso su uno sfondo verde o azzurro.

Agevolano inoltre la chiarezza e la leggibilità.

Li utilizzerai sicuramente per contenuti importanti, quando vorrai distinguere ad esempio uno slogan o una frase dallo sfondo, o quando creerai un invito all’azione sul tuo sito.

E’ meglio non abusarne, creando immagini troppo cariche di colori contrastanti che invece potrebbero confondere il tuo pubblico invece di comunicare chiaramente il tuo messaggio.

La semplicità è sempre la strada maestra da seguire.

Un’idea da cui partire è scegliere un colore principale per la tua palette di colori e un altro colore complementare con cui creare un ottimo contrasto.

Il mio colore principale è ad esempio l’azzurro, che utilizzo spesso in contrasto con l’arancione.

La tua palette di colori: gli analoghi

La palette dei colori: i colori analoghi sono quelli affini tra loro.

I colori analoghi sono quei colori che possono essere collegati tra loro, non creando contrasti ma affinità.

Pur non enfatizzando i contenuti, i colori analoghi possono comunque donare equilibrio ed armonia se utilizzati correttamente.

La tua palette di colori: i monocromatici

La palette dei colori: i colori monocromatici sono sfumature e tonalità dello stesso colore

Per ottenere colori monocromatici, dovrai iniziare da un unico colore da cui si svilupperanno altre tonalità e sfumature.

L’effetto è sicuramente gradevole perché otterrai diverse gradazioni dello stesso colore.

Allo stesso tempo, utilizzare una palette di colori monocromatici senza un contrasto potrebbe appiattire il design complessivo del tuo brand e “silenziare” il tuo messaggio.

Consigli per la tua palette dei colori

Alcuni colori, nonché il rosso e il verde, non vengono visti o distinti correttamente da tutti.

Le persone daltoniche, infatti, non riconoscono questi colori neppure in alcune varianti.

Un esempio è Mark Zuckerberg, che proprio in virtù della sua particolarità alla vista, ha scelto il blu per il logo di Facebook perché blu è il colore che distingue meglio.

Un altro aspetto da non sottovalutare è il sesso del tuo pubblico.

La percezione dei colori, infatti, come dicevamo all’inizio, può variare anche in base ad esso.

Secondo gli studi, le donne riconoscono una varietà di colori maggiore rispetto agli uomini e l’interazione e la reazione ai colori è diversa a seconda del sesso.

Alcuni esempi:

  • l’arancione è amato più dagli uomini che dalle donne (fatta eccezione per me, che lo adoro);
  • il viola è apprezzato più dalle donne che dagli uomini;
  • il grigio, anche se non il favorito, è preferito più dagli uomini;
  • il blu, ancora una volta, è il colore più apprezzato sia dagli uomini (57%) che dalle donne (35%).

I colori e i messaggi associati

In una ricerca anglosassone è stato chiesto alle persone di associare parole e significato ai colori che vedevano.

Il sommario che segue può aiutarti a scegliere la palette di colori giusta per il tuo brand per veicolare correttamente il tuo messaggio, tenendo anche conto del tuo settore professionale.

Sicurezza

  • 28% Blu
  • 16% Nero
  • 12% Verde

Paura

  • 41% Rosso
  • 38% Nero

Fiducia

  • 34% Blu
  • 21% Bianco
  • 11% Verde

Divertimento

  • 28% Arancione
  • 26% giallo
  • 17% viola

Tecnologia

  • 26% Nero
  • 23% Blu
  • 23% Grigio

Qualità

  • 43% Nero
  • 20% Blu
  • 9% Bianco e grigio

Prendi ispirazione per la tua palette di colori

Per iniziare a creare la tua palette perfetta, ti consiglio di avere le idee chiarissime sui valori del tuo brand e su ciò che vuoi davvero comunicare, oltre a sapere molto bene a chi sti stai rivolgendo. Come abbiamo visto, infatti, anche il sesso e l’età giocano un ruolo importante quando parliamo di colori.

Potresti cominciare a focalizzarti su alcune parole o frasi che identificano il tuo business.

Poi, in un secondo momento, cerca ispirazione online: su Pinterest, ad esempio, e confrontandoti con la concorrenza. 

Dai anche un’occhiata alla mia bacheca dedicata ai colori su Pinterest, troverai tantissime palette che potrebbero darti l’ispirazione definitiva!

Puoi anche partire da una foto o da una illustrazione che credi rappresenti bene ciò che fai. Caricala su Adobe Colors per avere degli spunti utili per la tua palette di colori e, se ti soddisfa, utilizza la tavolozza proposta.

Qui sotto trovi alcune palette di colori che ho creato per ispirarti: puoi copiare il codice RGB per il web che trovi sotto ogni colore e utilizzarlo liberamente!

Diverse palette di colori create da Silvia Cossu per darti la giusta ispirazione

Conclusione

I colori sono il nutrimento per i nostri occhi.

Non solo ci fanno stare meglio, ma come già evidenziato possono influire sulle nostre scelte e sui nostri stati d’animo.

Per questo è importante conoscerli quando stai lavorando alla tua strategia di marketing e stai creando il tuo brand.

Hai trovato l’ispirazione per la tua palette di colori? Fammelo sapere nei commenti!

Posted in Grafica, Guide and tagged , , , , .
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments