Gutenberg e l’ultimo aggiornamento WordPress 5.0

Gutenberg e l'ultimo aggiornamento WordPress 5.0

Se hai un sito web e il tuo blog sviluppato con WordPress, avrai sicuramente visto l’ultimo aggiornamento disponibile, cioè il 5.0, uscito il 6 dicembre 2018.

Solitamente è sempre bene aggiornare WordPress all’ultima versione, per motivi di stabilità e sicurezza.

Questa volta, invece, potrebbe esserci qualche problema ad aggiornare il tuo sito senza pensarci due volte.

WordPress 5.0, infatti, include una rivoluzionaria interfaccia utente chiamata Gutenberg. Sebbene Gutenberg sia pensato appositamente per chi vuole costruire il proprio sito con ancora più facilità ed immediatezza, grazie ad una intuitiva struttura in blocchi, in realtà bisogna procedere con cautela.

Gutenberg è un sistema rivoluzionario e proprio per questo non è detto che il tuo sito sia pronto a questo improvviso cambiamento.

Temi e plugin

Il problema principale sta tutto qui: i plugin che hai installato sul tuo sito e il tema stesso che utilizzi potrebbero non essere ancora compatibili con Gutenberg.

In questo caso potresti incontrare delle sorprese o comunque dei conflitti inaspettati da gestire sul tuo sito.

Prima di gettarti a capofitto nell’ultimo aggiornamento, controlla la compatibilità del tuo tema e dei plugin. Quasi sicuramente, sul sito degli sviluppatori che hanno creato il tuo tema attuale e i singoli plugin, troverai un comunicato sull’argomento.

Se tutto tace, contatta il supporto o dai un’occhiata al forum di assistenza, anche confrontandoti con altri utenti.

Non c’è fretta…

In generale, una buona idea questa volta è quella di aspettare prima di aggiornare il tuo sito a WordPress 5.0.

Un recentissimo articolo di Yoast consiglia di attendere gennaio, perché eventuali bug o instabilità di Gutenberg potrebbero essere venuti a galla e quindi risolti (si spera).

Se è sempre stato consigliato di effettuare con costanza tutti gli aggiornamenti resi disponibili, questa è un’eccezione. Procediamo con cautela, quindi, e requisito fondamentale prima di effettuare qualsiasi modifica o di azzardare l’installazione dell’aggiornamento è un bel backup completo di tutto il sito.

Se hai un plugin dedicato al backup e installato, potrebbe accadere che faccia una copia solo dei file che compongono il tuo sito. In questo caso dovrai provvedere ad effettuare tu un backup non solo dei file, ma anche del database. Se invece è il tuo hosting che effettua periodicamente un backup, assicurati di avere quello più recente e completo.

Prendi dimestichezza con Gutenberg

Se hai deciso quindi di aspettare ancora un po’ prima di installare la versione WordPress 5.0, potrebbe essere una buona idea prendere confidenza col nuovo editor Gutenberg e farti un’idea più precisa di cosa ci aspetta nel prossimo futuro.

WordPress ha messo a disposizione una sezione dedicata proprio a questo, per permettere agli utenti di prendere subito dimestichezza con le nuove funzionalità e cominciare a fare prove ed esperimenti.

Nel caso non ti trovassi a tuo agio con Gutenberg e avessi ormai installato WordPress 5.0, puoi sempre fare un passo indietro e installare il plugin Classic Editor che ti permetterà di fare un breve tuffo nel passato e continuare ad utilizzare l’editor classico a cui siamo tutti abituati.

Anche chi ha il proprio blog sviluppato su WordPress.com, quindi ospitato dalla popolare piattaforma per bloggers, avrà sicuramente già disponibile Gutenberg e anche la demo integrata per fare un po’ di “palestra”.

Niente paura dunque. Gutenberg promette di agevolare la costruzione di articoli e pagine in modo molto simile se non migliore di un Site Builder e non vuole rendere più difficoltoso l’approccio, l’unica problematica risiede appunto nella compatibilità con i temi e i plugin preesistenti.

In cosa consiste il nuovo editor Gutenberg

Come accennato all’inizio, Gutenberg è una innovativa interfaccia utente che facilita la vita anche a chi ha poca esperienza con WordPress ma vuole comunque creare layout responsive, cioè perfettamente fruibili da dispositivi mobili.

L'interfaccia utente del nuovo editor Gutenberg

Ecco uno screenshot di parte del nuovo editor Gutenberg: i blocchi ti permettono di aggiungere e modificare a video i contenuti della tua pagina o del tuo articolo web.

Potrai costruire pagine e articoli del tuo blog grazie all’aggiunta o alla rimozione dei blocchi, che potrai sistemare e combinare a tuo piacimento in qualsiasi punto della tua pagina. Eventuali limitazioni alla creatività potrebbero essere dovuti al tema che utilizzi.

I blocchi non sono altro che sezioni di contenuto dove puoi inserire gli elementi che vuoi vedere sulla pagina: immagini, testo, titoli, paragrafi, citazioni, gallerie e così via.

Ogni modifica che farai aggiungendo o rimuovendo un blocco sarà visibile a video e immediata, senza alcun bisogno di ricorrere al codice. Per aggiungere un blocco qualsiasi, basterà cliccare sul simbolo  e scegliere quale tipologia di contenuto inserire.

I blocchi che hai creato non sono solo duplicabili, ma anche riutilizzabili per altri layout.

Se hai un ripensamento, o hai sbagliato la tipologia di blocco, puoi convertirlo in un altro semplicemente cliccando l’icona apposita. Un esempio: se hai appena inserito un paragrafo di testo ma in realtà vuoi convertirlo in citazione, basterà cliccare l’icona che ti suggerisce “Trasforma in” e scegliere in cosa trasformare il paragrafo.

Anche la formattazione del testo viene semplificata con Gutenberg. Basterà infatti cliccare all’interno del blocco di testo per attivare tutti gli strumenti utili alle modifiche, che saranno come sempre subito visibili e immediate.

Conclusione

Perché questi grandi cambiamenti? A parte la necessità di venire incontro alle esigenze di tutti, e quindi di rendere facilmente accessibili le funzionalità di WordPress anche ai neofiti, voci di corridoio parlano dell’urgenza di competere con le altre piattaforme e gli altri strumenti per la costruzione facilitata di siti web, come Wix.

D’altronde WordPress si portava dietro da troppo tempo una dashboard poco rinnovata e forse ancora ostica per molti utenti alle prime armi.

Dal canto mio, ho già fatto testato Gutenberg ma sicuramente aspetterò ancora un po’ prima di installare WordPress 5.0. Sebbene io veda le grandi potenzialità del nuovo editor con entusiasmo, come molti sono perplessa all’idea di dover rivedere completamente tutti i siti precedenti al 6 dicembre perché non supportano in toto la rivoluzione Gutenberg.

Se vuoi sapere subito gli eventuali sviluppi legati a Gutenberg e al mondo del web, iscriviti ai miei aggiornamenti!

Posted in Siti Web e Webdesign and tagged , , .