Comunicare al nostro pubblico: quale strada scegliere?

quale strada scegliere nella comunicazione

Nell’era della comunicazione, quando le informazioni e le notizie vengono veicolate velocemente da un capo all’altro del pianeta, può risultare difficile scegliere il percorso giusto.

Tra immagini, video e contenuti appassionanti chi vuole farsi ascoltare e raggiungere il proprio pubblico si sente talvolta confuso e, per i non addetti ai lavori, tutto ciò può portare ad un blocco. Quale strada scegliere?
Recentemente un cliente mi ha contattato per un dilemma amletico: rifare ex novo il catalogo delle proprie opere o dedicarsi al restyling di un vecchio sito web?
Di primo impatto avrei potuto rispondere semplicemente: entrambi. Portavo solo acqua al mio mulino. In realtà ho capito che il mio cliente non solo era confuso sul tipo di comunicazione da scegliere, non solo stentava a capire la differenza tra uno stampato, la concretezza del materiale, la tangibilità della carta, l’impatto visivo dei colori palpabili, l’odore dell’inchiostro, e il digitale, un mondo di forme, immagini e parole che si animano e vivono in una dimensione virtuale e allo stesso tempo incredibilmente parte della realtà. Era perplesso dal proprio pubblico, dal target a cui voleva veicolare il suo messaggio. Questa persona è un artista, quindi era chiaro che voleva offrire le proprie opere ad un pubblico sempre più ampio e variegato, ma come e cosa esattamente? scegliere design catalogo

Gli ho fatto presente che un catalogo, per quanto prestigioso e ricco possa essere, può avere vita breve se parliamo di opere d’arte presenti ad una mostra. Principalmente la sua distribuzione avviene alle mostre e alla vernissages, quando i visitatori sono presenti perché mossi da vivo interesse e quindi propensi a tornarsene a casa con qualcosa di tangibile su ciò che hanno visto, proprio perché l’esposizione ha una durata limitata nel tempo ed è in sé un evento eccezionale. Probabilmente lo sfoglieranno comodamente sdraiati sul divano, magari in compagnia dei familiari, oppure lo infileranno in un cassetto o lo adageranno sul comodino fino al prossimo riassetto casalingo. Ho collezionato tanti cataloghi di mostre negli anni, frequentando gli artisti e le loro mostre, ma con tutta sincerità devo dire che pochi sono rimasti protagonisti della mia libreria.

Certo, un catalogo di prodotti ha un valore diverso. Se arriva nelle mani giuste abbiamo fatto bingo.

design catalogo prodotti

Non sarà letto solo in un momento di relax ma anche in un ufficio, durante una riunione importante, e magari aperto insieme ad altre brochure e schede prodotto, per poter paragonare offerte diverse e decidere dove allocare le risorse.

Ma nel caso del mio cliente stavamo parlando di arte, qualcosa di molto più impalpabile e inafferrabile di qualsiasi elemento digital. Dedicarsi al sito web sarebbe stato senza dubbio una scelta sensata, tanto più che lo spazio online in cui mostrava le sue opere era stato progettato in tempi quasi “antichi”, era inguardabile da smartphone ed aveva una veste grafica vetusta e superata. Il mio cliente però era ancora perplesso: temeva che i suoi fans più attempati non lo avrebbero mai visitato o, peggio, non lo avrebbero compreso. Ho pensato quindi di rompere con la tradizione del catalogo, considerando anche il fatto che il mio cliente ne aveva già prodotti e distribuiti diversi, e di optare per una soluzione che combinasse il tangibile e il digitale: un gadget speciale da distribuire alla mostra fino ad esaurimento (rendendolo un oggetto dalla disponibilità limitata e quindi più preziosa) dove riportare comunque il sito web, anch’esso da riprogettare in toto. Ora quindi stiamo lavorando in queste due direzioni molto stimolanti: un’agenda nella cui copertina apparirà una delle opere rappresentative dell’artista e al cui interno inserire notizie e immagini scattate anche alle mostre precedenti, e un sito web nuovo fiammante, ricco di contenuti visivi e testuali e responsive, cioè accessibile da dispositivi mobili.

Per scegliere la strada da seguire nella comunicazione dobbiamo sempre considerare diversi fattori e farci aiutare per non rimanere bloccati e ricordarsi che in un mondo così veloce e mutevole le strategie vanno cambiate. Come diceva Darwin:

“Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento”.

Anche se è trascorso più di un secolo, dobbiamo ammettere che questa affermazione è sempre valida!

Silvia Cossu, progettazione grafica a Trieste

Ciao! Sono Silvia Cossu e mi occupo di comunicazione online, realizzo siti web, sono grafica e video editor a Trieste. Sono una libera professionista, titolare di Grafica Cossu.

Lavoro e vivo a Trieste ma offro i miei servizi anche a distanza: ti aiuto a promuovere la tua attività con una progettazione grafica su misura e un sito web mirato sul tuo target di clienti.

Nel mio blog trovi articoli legati ai temi della grafica, del web, dei video e dei social. Amo la comunicazione visiva e le novità dal mondo del web e mi aggiorno costantemente per offrire ai miei clienti le mie competenze e la mia esperienza al servizio del loro business.

Vuoi saperne di più? Fissa subito una consulenza o guarda la scheda dei miei servizi.

Vuoi rimanere sempre aggiornato/a? Iscriviti alla newsletter!

Posted in Grafica, Siti Web e Webdesign and tagged .