Vuoi che i tuoi video siano un successo per il tuo business?

Se vuoi creare video di successo per il tuo business devi sapere come farlo.

Quali sono gli ingredienti per un video di successo? Alcune dritte in quest'articolo per capire come creare un video per la tua attività e quali caratteristiche deve avere per raggiungere il pubblico giusto

Quali sono gli ingredienti di un video di successo?

Chissà quante volte ci siamo chiesti questa fatidica domanda, soprattutto con la consapevolezza che sono i contenuti video i grandi protagonisti del momento, e sembrano non recedere dalla loro posizione anche per il 2018.

Se le grandi marche e i brand affermati hanno un team dedicato esclusivamente alla produzione video, le piccole e medie imprese o i liberi professionisti non possono certo investire enormi risorse economiche e di tempo in questa direzione.

La creazione e la produzione di un video è un progetto delicato che richiede molto tempo e non tutti hanno a disposizione gli strumenti necessari né le risorse da dedicare alla produzione continua di video.

Il tanto sognato video virale non nasconde da qualche parte una ricetta da poter seguire alla lettera, non ha una formula magica dietro alle quinte. Bisogna anche ricordare che i famosi video virali hanno un picco di engagement e condivisioni per un certo lasso di tempo e non è detto che lo mantengano a lungo. Spesso, dopo il "periodo magico", possono finire nel dimenticatoio.

A questo punto è meglio creare un video ben confezionato, strutturato in modo efficace e seguendo obiettivi precisi, che sono essenzialmente il raggiungimento e il coinvolgimento di un pubblico, del nostro pubblico, delle persone giuste.

Sì va bene, ma come creare un video efficace e, in una parola, un video che venga visto e guardato con interesse?

Prima di tutto, diamo un'occhiata a ciò che emerge dalle ultime ricerche.

I risultati sul video marketing nel 2017

Di recente Tubular Labs, che si occupa proprio di analizzare i trend dei video sui social, ha diffuso per i suoi iscritti un interessante report sull’andamento del video marketing nel 2017.

I risultati non sono una grande sorpresa, proprio perché i video stanno attraversando un boom incontrastato soprattutto sui social.

Dal report dettagliato di Tubular Labs, emerge chiaramente come ormai il testa a testa sia tra YouTube e Facebook, con un leggero vantaggio per YouTube. La strategia adottata da Zuckerberg punta dritto a superare il suo avversario nel campo dei video con l’introduzione ad agosto di Facebook Watch.

Vediamo più da vicino quali sono i dati sul video marketing da tenere sott’occhio.

Facebook vs YouTube

YouTube rimane il regno dei contenuti video degli influencers, mentre il pubblico reagisce con alcune differenze a seconda dell’età e degli argomenti:

  • le donne dai 45 ai 55 anni preferiscono video inerenti lavori e decorazioni per la casa e il DIY, nonché il fai da te;
  • le donne Millennials (dai 25 ai 44 anni) amano i video sul benessere e la cura del corpo, mentre gli uomini seguono contenuti di scienza e news.

Facebook continua ad essere il privilegio delle medie-grandi società di media che sfornano una quantità elevata di contenuti video.

L’argomento che invece continua la sua popolarità su entrambe le piattaforme con minime sfumature di differenza è la cucina. I video sul cibo e le preparazioni culinarie, come d’altronde potevamo immaginare, sono un trend che non accenna a calare.

Ben il 91% dei Food video riscuotono popolarità e successo nelle visualizzazioni, che si tratti di dritte casalinghe o di trucchetti e suggerimenti più professionali.

Stando a quest'ultimo dato, sarebbe il caso di sfruttare questo trend e con un pizzico di creatività presentare in veste culinaria improvvisata anche contenuti diversi, come d'altronde già qualcuno sta sperimentando per attirare lo sguardo anche del pubblico più distratto.

Il video che vedrete tra poco ha totalizzato 43.127.556 visualizzazioni in circa sette mesi.

Il formato video fa la differenza

Quando postiamo un video su Facebook, non accontentiamoci di aver svolto un lavoro degno di Hollywood se poi il formato non è quello preferito dagli utenti.

Secondo uno studio di Buffer Social, il formato perfetto non è il tradizionale 16:9, cioè il formato panoramico, ma il formato quadrato.

Il motivo è semplice: circa il 92% degli utenti accede ai social da dispositivi mobili e il formato quadrato 1:1 riempie lo schermo, permettendo quindi una visione immersiva e più coinvolgente.

Nel caso del formato quadrato, sempre stando a questa ricerca, non conta neppure il contenuto del video, cioè se effettivamente è un video di interesse per chi lo guarda o meno e neppure la durata.

Il video quadrato strega lo spettatore e batte il formato classico a 16:9 in termini di:

  • numero di visualizzazioni
  • coinvolgimento
  • tempo di visualizzazione

Vi state chiedendo come ottimizzare il video che avete appena creato in formato panoramico e avete in programma di pubblicare proprio domani? Niente paura, c’è uno strumento online che vi aiuta a ritagliare i vostri video secondo i diversi formati e si chiama Crop Video.

Le caratteristiche fondamentali quando create un video

Per catturare l’attenzione dovete concentrarvi soprattutto su due fattori: l’incipit e le immagini.

L’inizio, vale a dire i primi 5 secondi circa, sono fondamentali. Ve la giocate in questa manciata di tempo. Se non riuscite subito a suscitare le giuste emozioni e a focalizzare subito il problema e il cuore del contenuto, il vostro pubblico probabilmente vi abbandonerà.

E’ fondamentale quindi, in fase di creazione, avere già in mente il vostro target e conoscere bene cosa si aspetta, quali problemi lo assillano e a quali dubbi ha bisogno di trovare una risposta.

Passiamo ai contenuti visivi. Se il classico mezzo busto o il primo piano possono funzionare, perché una persona che parla o comunque compie una qualsiasi azione incuriosisce, è anche vero che video di questo tipo hanno già invaso a sufficienza i nostri schermi.

Puntate invece sulle scritte in combinazione o in alternanza alle immagini, anche perché sembra che più dell’80% degli utenti visualizzi i video senza audio.

8 domande da porvi prima di pubblicare il vostro video

Inoltre, chiedetevi sempre cosa volete ottenere e quale tipologia di video state per pubblicare.

  1. Il video ha valore didattico/educativo o di semplice intrattenimento?
  2. Si addice al vostro brand e al vostro tone of voice? Rispecchia lo spessore della vostra azienda, i colori e le sue caratteristiche?
  3. I contenuti visivi sono di qualità?
  4. Ha un titolo accattivante e che riflette bene il contenuto?
  5. Ha i sottotitoli, importantissimi perché, come dicevamo sopra, la maggior parte delle persone fruisce di video senza audio?
  6. Ha una durata appropriata?
  7. Ha un call to action finale, che indichi chiaramente a chi guarda cosa fare dopo aver visto il vostro video?
  8. Ha il logo dell’azienda chiaro e ben visibile e il vostro sito o il nome del vostro business?

Se avete risposto positivamente, allora siete pronti a pubblicare: incrociate le dita!

Alcuni strumenti utili per creare video

I tool a disposizione per creare i vostri video sono molteplici ma, ahimé, non sono gratuiti.

Potete affidarvi allo smartphone o ad una videocamera se non potete affidare il lavoro ad un professionista, e montare poi il girato con un programma apposito. Su qualsiasi Sistema Operativo avrete già installati strumenti utili e abbastanza performanti per il montaggio.

Se invece volete affidarvi a strumenti online dedicati proprio ai contenuti video aziendali, ecco alcune possibilità:

GoAnimate, di cui potete usufruire dei primi giorni gratuiti della versione trial.

Rawshorts, gratuito anch’esso per un periodo di prova e a prezzo natalizio fino alla fine dell’anno.

Animoto, che spazia dai video aziendali a quelli privati e offre come sempre un free trial.

Il video che segue l'ho creato con Animoto per testarne le potenzialità. Offre alcune funzionalità interessanti, come la possibilità di scegliere il formato del video seppure la personalizzazione, almeno nella versione trial, è limitata. Può esser utile per produrre un filmato al volo, all'ultimo minuto. Per confezionare un filmato davvero coinvolgente e realmente cucito ad hoc per un'azienda ci vorrà sempre l'intervento di un professionista in carne ed ossa.

L'audio e la musica del Video

Naturalmente ciò che può dare il taglio giusto ad un video è la colonna sonora che l'accompagna.

Certo, abbiamo appena affermato che la maggior parte degli utenti preferisce in prima battuta visualizzare un video senza audio. Nonostante tutto, se piace, un video può essere riguardato con più attenzione in un secondo momento oppure potrebbe accadere che venga aperto da computer.

In un articolo di qualche mese fa consigliavo di provare ad inserire una colonna sonora scegliendo da alcuni siti che permettono il download e l'utilizzo di musica anche a scopi commerciali. Infatti il problema principale, così come per le immagini, sono i diritti d'autore di un pezzo musicale.

Quante volte vi sarà accaduto di trovare una canzone perfetta per il vostro video e una volta caricato il filmato su Facebook, ad esempio, vi raggiungeva la brutta notizia che il vostro video sarebbe stato rimosso perché contravveniva alle leggi in materia di copyright?

Ora Facebook vuole darci una mano e ha preparato uno spazio dedicato proprio alla musica da utilizzare liberamente per i nostri video.

Si chiama Raccolta di audio e mette a disposizione una ricca selezione musicale a seconda del genere e degli effetti audio.

Vi consiglio di provarla!

Conclusione

Non basta un unico video per poter brindare al successo. Sperimentare, testare, provare a condividere il vostro video in diversi momenti della giornata faranno parte della vostra strategia. Pensate a creare anche inserzioni che promuovano diverse tipologie di filmati in modo da comprendere meglio qual è il contenuto preferito dal vostro pubblico. Insomma armatevi di costanza e affinate la creatività.

L’articolo ti è stato utile? Condividilo con i tuoi contatti!

Hai bisogno di aiuto per la creazione dei tuoi video e della tua strategia social? Contattami!

Iscriviti alla Newsletter e ricevi subito il Calendario stampabile 2018!

Silvia Cossu, progettazione grafica a Trieste

Ciao! Sono Silvia Cossu e mi occupo di comunicazione online, realizzo siti web, sono grafica e video editor a Trieste. Sono una libera professionista, titolare di Grafica Cossu.

Lavoro e vivo a Trieste ma offro i miei servizi anche a distanza: ti aiuto a promuovere la tua attività con una progettazione grafica su misura e un sito web mirato sul tuo target di clienti.

Nel mio blog trovi articoli legati ai temi della grafica, del web, dei video e dei social. Amo la comunicazione visiva e le novità dal mondo del web e mi aggiorno costantemente per offrire ai miei clienti le mie competenze e la mia esperienza al servizio del loro business.

Vuoi saperne di più? Fissa subito una consulenza o guarda la scheda dei miei servizi.

Vuoi rimanere sempre aggiornato/a? Iscriviti alla newsletter!

Posted in Social, Video e Animazioni, Web Marketing and tagged , .